FONDAZIONE GIANNI PELLICANI
Info

Ri-Pensare Venezia: il Progetto

Da quando è nata nel 2007, la Fondazione Gianni Pellicani sviluppa studi e ricerche legate a tematiche di interesse strategico per la crescita dell’area veneziana – Mestre, Venezia e tutta l’area metropolitana – sempre con l’intento di offrire alla comunità locale strumenti di conoscenza, confronto e progettazione del futuro.

Oggi, con Ri-Pensare Venezia, la Fondazione inaugura un nuovo capitolo di questa lunga storia di studio e promozione del dibattito pubblico.

Dopo un’iniziativa preliminare organizzata lo scorso marzo, ora il progetto entra nel vivo.
Quello su Giovani, Base sociale e Mercato del lavoro, è il primo di una serie di Focus attraverso cui approfondiremo e porteremo alla discussione alcune delle sfide più rilevanti che oggi affronta il nostro territorio.

L’ANTEPRIMA DI MARZO

L’anteprima di Ri-Pensare Venezia ha avuto luogo lo scorso 25 marzo, con la giornata di studio dedicata ai 50 anni della Legge Speciale per Venezia. Un’occasione per riflettere a tutto campo sulla città, per valutare gli effetti prodotti dalla Legge e per evidenziarne le criticità e i fallimenti. L’appuntamento ha permesso una rilettura critica di mezzo secolo di storia cittadina: un’analisi del passato con lo sguardo rivolto al futuro, condotta attraverso gli occhi di studiosi, testimoni e cittadini che ogni giorno toccano con mano gli effetti apportati alla città dalla legislazione speciale. È stato inoltre un momento utile alla presentazione di documenti e dati rilevanti, in alcuni casi inediti.

IL NUOVO PERCORSO

Nei prossimi mesi saranno proposti alcuni Focus, cadenzati nel tempo, per leggere e dibattere i processi di trasformazione che più incidono sul presente della Città e dell’area metropolitana. Progressivamente daremo forma ad una piattaforma di studio e confronto in cui si potrà discutere di giovani, transizione ecologica, inverno demografico, lavoro, cultura, istruzione, fino alle nuove forme di mobilità. Uno strumento per scavare nel presente e progettare il futuro, per Ri-Pensare Venezia e le sue priorità. Quindi per immaginare la Città che vogliamo, sempre partendo dall’analisi della Città che viviamo.

UN NUOVO APPROCCIO METODOLOGICO

Innoveremo anche nel metodo.
Nel corso di questi anni, gli studi della Fondazione sono stati prodotti tessendo collaborazioni con esperti, studiosi, accademici e attraverso la realizzazione di decine di interviste a stakeholder. Oggi, con Ri-Pensare Venezia, La Fondazione Pellicani propone un nuovo format metodologico che rilancia e amplia la vocazione partecipativa da sempre presente nelle nostre ricerche.
L’obiettivo è quello di moltiplicare le occasioni di mobilitazione dell’intelligenza collettiva della città. Per questo, consapevoli dei molteplici impegni e interessi di ciascuno di noi, abbiamo ideato strumenti agili, utili a coinvolgere il patrimonio di competenze, esperienze e idee presente nella comunità. Inviteremo a veloci e frequenti sessioni di confronto e discussione ricercatrici/ori, attiviste/i, professioniste/i e tutte le persone interessate a contribuire. Sfruttando le risorse del web, creeremo ulteriori occasioni per alimentare un dialogo ampio e trasversale con i cittadini.
In questo modo, integrando azioni diverse e diversi livelli di attivazione e partecipazione, costruiremo un percorso scientificamente avvertito, ma essenzialmente fondato su un’ampia base di confronto e condivisione. Ri-Pensare Venezia sarà un treno che, lungo il suo viaggio, si popolerà strada facendo di contenuti, idee, punti di vista, proposte condivise.

IL PRIMO FOCUS

Il primo Focus di Ri-Pensare Venezia è già partito. Prevede 5 azioni intrecciate, tra novembre 2023 e marzo 2024. Il suo cuore sarà un laboratorio partecipato che avrà luogo a gennaio, e a cui sono invitati non solo ricercatori ed esperti, ma anche tutti i cittadini che ritengono di poter dare un contributo alla costruzione di un dibattito più ampio e consapevole su temi centrali per il futuro della comunità veneziana:
– La condizione dei giovani residenti in città, la sempre più scarsa attrattività che il nostro territorio esercita su questa fascia della popolazione e i modi in può la tendenza essere invertita;
– Il modo in cui sta cambiando la base sociale veneziana, sotto la spinta di fattori molteplici;
– Come si è trasformato il mercato del lavoro veneziano e in che modo tale mutazione ha impattato sulla condizione giovanile e sulla base sociale.

La Fondazione stimolerà questo percorso rilasciando inoltre, strada facendo, delle schede tematiche con approfondimenti inediti, nuovi spunti di riflessione e ipotesi di lavoro sui temi proposti. Il primo di questi è un approfondimento sulla situazione demografica nei quartieri del centro storico e della terraferma, con particolare riferimento al problema del calo del numero di giovani in città in correlazione con l’impoverimento dell’offerta di opportunità occupazionali sul nostro territorio.

Se vuoi saperne di più, ti invitiamo a consultare

– la Presentazione del Focus

– la Call per il Laboratorio partecipato in programma a Gennaio

– il Primo Insight su calo dei giovani residenti e mercato del lavoro a Venezia.

– il Secondo Insight sulla popolazione straniera e il rischio zonizzazione

– il Terzo Insight sulla mappatura del reddito nel territorio comunale